LEGGERA come una farfalla

LA NOVITÀ. Il romanzo dello scrittore rodigino Andrea Busin

La leggerezza della farfalla
che nasconde il dramma

Grazia Giordani

giovedì 15 dicembre 2016 CULTURA, pagina 41

Se ci sono libri che guadagnano più dal passaparola che da mille autorevoli recensioni, questo è proprio il caso del secondo romanzo dello scrittore rodigino Andrea Busin, intitolato «Leggera come una farfalla» (Il mio libro, pp. 202, 15 euro), che già vende alla grande, in un momento storico in cui i lettori parrebbero un po’ assopiti.Quale novità ci porta questa sorprendente proposta che arriva dalla provincia profonda? Innanzitutto l’ingannevole copertina, ad opera del compianto Valentino Rossin, che con le sue delicate trasparenze e i diafani colori, ci farebbe pensare ad una storia delicata, improntata a levitas, mentre nasconde un dramma, anzi più drammi, abilmente concatenati.Nell’incipit incontriamo una ragazza morta per strada, forse per colpa di un pirata della strada. Abilità dello scrittore sta nel farcela dimenticare, immergendoci nella densa matassa di avvenimenti che in soli tre giorni ci portano a conoscere amori e disamori, tradimenti, truffe, insomma uno spaccato della vita d’oggi, dove i sentimenti sembrano spesso scritti con inchiostro ad acqua, dove Carlo architetto e Lisa avvocato si amerebbero alla follia, se non entrasse da Facebook un Marco malandrino.Bastano pochi tocchi a Busin (classe 1974) per descrivere il paesaggio interiore ed esterno dei suoi personaggi, adottando quel lessico crudo che parlano i giovani d’oggi. Non solo amore, ma anche antagonismo nel lavoro: Carlo e Giorgio amici-nemici.Chi scrive, volente o nolente, porta nella pagina spicchi del suo vissuto e Andea avrà certo visto od orecchiato vicende spinose che racconta, alla maniera del giallista Gianni Simoni, il celebre ex magistrato. E la ragazza morta dell’incipit della narrazione? L’avevamo quasi dimenticata, presi dall’intreccio vorticoso della storia che non ci dà tregua, giocata sull’ossimoro della gioia triste della vita d’oggi, sapientemente ricalcata nelle pagine del romanzo.

Annunci

5 responses to this post.

  1. Stamani in ARENA

    Rispondi

  2. L’ha ribloggato su andreabusin.

    Rispondi

  3. incuriosisce questo giallo, che merita più di un’attenzione
    Un abbraccio
    GP

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: