La lezione del Maestro

Henry James

Uscito oggi in Arena

Scrittura e amore al centro dell’analisi di Henry James

Un romanzo breve di grande purezza letteraria a cent’anni dalla morte del grande autore

Proprio in occasione del centenario della morte di Henry James (New York, 1843-Londra,1916)  Adelphi ci propone ‹‹La lezione del Maestro›› (Titolo originale The lesson of the Master, pp.108, euro 11, nella bella traduzione di Maurizio Ascari).

Capolavoro di ambiguità, al pari di ‹‹Giro di vite››, questo romanzo breve o meglio lungo racconto è uno dei numerosi che l’Autore dedicò all’arte dello scrivere e uno dei suoi prediletti, tanto che volle includerlo nella selettiva New York Edition delle sue opere (1907-1909).

Un giovane scrittore, Paul Overt, invitato dal generale Fancourt nella sua residenza di campagna a Summersoft, nei pressi di Londra, conosce Henry Saint George, un famoso romanziere, ammirato da Overt fino a rasentare la devozione. A Summersoft, Overt incontra anche Marian Fancourt, la giovane figlia del padrone di casa, ammiratrice di entrambi gli scrittori. Paul Overt s’innamora di Marian, pure da lui coinvolta, parrebbe. Ma, c’è sempre un ma, visto che il giovane confida la sua infatuazione a St George che – pur essendo sposato e in compagnia della moglie – ammonisce l’inesperto Overt sui pericoli del matrimonio, sostenendo come una situazione matrimoniale possa bloccare la creatività di uno scrittore, tarpandogli le ali ed impedendogli libertà letteraria. ‹‹Ah, mio caro amico, il rapporto dell’Artista con le donne, e in particolare con quella che gli è più intimamente legata, è condizionato da un fattore schiacciante: mentre è nella natura delle cose che lui abbia un’unica disciplina loro ne hanno una cinquantina. È questo che le rende così superiori ››.

L’ingenuo Overt, parte per una lunga vacanza in Svizzera. Tornato in Inghilterra, apprende che la moglie dell’astuto scrittore è morta e che la giovane Marian Fancourt, sta per sostituirla.

Overt affronta Saint George accusandolo di  averlo ingannato, ma il vecchio scrittore insiste nell’affermare di avergli fatto invece un piacere, impedendogli di arrestare una nascente carriera in salita.

Henry James era nato in America, ma – leggendolo – comprendiamo con chiarezza con quanto impegno abbia  lavato i suoi panni nel Tamigi, diremo parafrasando il Manzoni,  perché uno spirito così finemente ironico e carico di ambiguità, non può essere che made in england.

Il racconto fu composto nei primi mesi del 1888 e pubblicato in due puntate sul mensile letterario Universal Review di New York. L’idea nacque nell’Autore dopo una conversazione col giornalista suo amico Theodore Child sulle conseguenze del matrimonio, in effetti James scrive sui suoi taccuini che l’amico attribuiva la scarsa qualità letteraria di una recente opera di Daudet al fatto che questo autore aveva moglie e figli ed era quindi obbligato a produrre a getto continuo, senza curare la finezza delle sue opere.

Comunque, noi – se fossimo chiamati in causa – potremmo controbattere che Lev Tolstoij ha avuto tredici figli e ciò non toglie che sia stato uno dei più grandi scrittori della letteratura mondiale.

Il racconto di James, al di là dello stuzzicante contenuto, vale molto per la purezza della scrittura, per i dialoghi fulminei e per tutte le caratteristiche che donano unicità ad un grande Autore.

Grazia Giordani

 

Annunci

3 responses to this post.

  1. Scaricato, dal Progetto Gutenberg!

    Rispondi

  2. Con grande piacere leggo qualcosa di tuo. A presto e un grande abbraccio sincero
    Gian Paolo

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: