Atmosfere

Atmosfere

“Cosa stai farfugliando? Sembri biascicare orazioni…”

– No,  no non prego, figurati! Mi racconto storie.

“Sorie? Spiegati meglio.”

-Non sono vere e proprie trame ben definite. Insomma, ricreo atmosfere, climi dell’anima di tempi passati e attuali, entro  in quell’alone, quella specie di aureola che delimita il vissuto dei personaggi, respiro la loro aria, degusto il loro clima.

“ E ti illudi di essere Maria Antonietta sul patibolo o Ava Gardner o una donna del mon do politico o della cultura,  o – più prosaicamente – la signora della porta accanto. Quella che cuoce succulenti piattini?”

-Vedi che non hai capito? Lo so che è difficile far comprendere, a chi non è allenato a questo gioco, il gusto di respirare una frazione di storia altrui, essendoci. È l’ esserci in  quel momento che mi intriga. Potrei entrare sul set di Lezioni di piano (hai presente quel raffinatissimo thriller?) e godere di quei paesaggi cupi, brumosi, facendo mia l’atmosfera ambigua, oppure giocare sul prato di fronte a casa, a pallone coi bambini del vicinato.

Adoro immaginarmi seduta sotto il pergolato di glicine di una vecchia villa in collina. Piccoli aghi di sole, filtrati tra i racemi di quel cielo viola pallido, scrivono geroglifici su tavoli e seggiole sottostanti, sono messaggi che potrei metterci mesi a decifrare. Quando ero bambina aprivo quelle fragili corolle e ne succhiavo un breve pistillo bianco all’interno: è quell’anima zuccherina che ha dato il nome al glicine. Così, mentre entro nell’incanto di queste mie vite dell’altrove, coccolo  anche il mio vezzo di perdermi dentro l’etimo delle parole, trasferendomi nelle note a margine di un libro, mio luogo prediletto.

“Oddio, come sei complicata!”

-Non sono io ad essere complessa, siete voi che vi accontentate  di poco. Dovete fare la valigia veramente, prenotare aerei e treni per recarvi in luoghi insulsi dove vanno tutti, facendo banalissimi viaggi. Il mio viaggio è interiore, imprevedibile. Nasce dal di dentro, dalle mie fantasie.

“Non ti senti un po’ voyeur, quasi ladra delle vite altrui?”

– L’aria è di tutti.

“Non quella del chiuso di una stanza. Così facendo potresti entrare anche nelle camere da letto dei protagonisti delle tue atmosfere, così come le chiami. Persino sotto le loro lenzuola. Questo non ti sembra indiscreto e imbarazzante?”

-Direi proprio di no, sapessi come la gente è distratta!

Annunci

13 responses to this post.

  1. Un piccolo “divertissement”

    Rispondi

  2. A volte sembra difficile vivere l’atmosfera degli altri ma forse non lo è. Basta osservare in silenzio, ascoltare e liberare la fantasia, come fa la protagonista di questo breve ma intenso post.
    Un abbraccio serale
    Gian Paolo

    Rispondi

  3. Posted by silvia longo on 1 novembre 2012 at 18:31

    perdersi dentro l’etimo delle parole: un lusso prezioso, che condivido! raffinata, Grazia.

    Rispondi

  4. avere tutti gli autori in sé, e diventare protagonista

    Rispondi

  5. Splendido questo perdersi nelle storie altrui e immaginare entrando nell’etimo, è come divenire radice per conoscerne gli anfratti più nascosti.
    Bravissima Grazia, l’eleganza della tua scrittura ha sempre quel tocco di classe molto raffinato.
    un abbraccio affettuoso
    annamaria

    Rispondi

  6. Piccolo? forse nella metrica. Non direi affatto nei contenuti.
    Un sorriso per una felice serata.
    ^___^

    Rispondi

  7. “…sapessi come la gente è distratta!”
    proprio così, cara Grazia!
    E conosco quei viaggi da seduta, in una stanza.
    Straordinaria, tu, nel dirne.

    bacionotte, come dici tu.
    cri

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: