Gigi Vecchi

Quel tipo dai tratti felliniani

ITALIANI. L’avvocato di P. P. Pasolini fu umorista, letterato e artista

27/09/2012

Zoom Foto

Uno dei disegni dal tratto felliniano di Luigi Vecchi, ora in libreria

Il tratto era davvero felliniano. Lo stesso modo di disegnare del grande Federico e anche gli stessi soggetti: donnone ipermaggiorate, alla Anitona, scene di crapula e letterecce. Felliniana anche la biografia (fosse vivo Tonino Guerra, altro grande della bonomia bolognese, ne farebbe una sceneggiatura per Fellini). A Luigi Vecchi mancò solo la fama. Sta arrivando adesso, post mortem. Programmata, si direbbe, dal defunto stesso. Se ci sono infatti scrittori che farebbero carte false pur di vedersi pubblicati, al di là delle loro reali capacità, ce ne sono altri, assai più rari, che optano in vita per la pubblicazione postuma. Stranezza? Orgogliosa modestia? Fatto sta che alla seconda specie di letterati, dal talento brillante quanto la modestia, appartiene la complessa figura di Luigi Vecchi, dotato di una umanità e di una cultura talmente poliedriche e versatili che non bastano a spiegarle la recente pubblicazione del suo romanzo Uno sconosciuto istante (Youcaprint Edizioni, 162 pagine, 15 euro) e della sua silloge di racconti Prima le donne (Youcaprint Edizioni, 188 pagine, 15 euro). Perché se esistono uomini impossibili da rubricare dietro un’etichetta, uno di questi è Luigi Vecchi. Dirà qualcosa in più la mostra che si apre domani a Bologna (vedi articolo a destra). Genio e sregolatezza, è intitolata, come il catalogo che ancora Youcaprint, coraggiosa editrice di Tricase (Lecce), propone con un goloso assaggio delle felliniane vignette disegnate da Luigi Vecchi. Simonetta Villoresi, amatissima compagna di Vecchi, è la curatrice dei libri postumi e della mostra. «Gigi», lo ricorda con il nome dell’affetto, «era un avvocato penalista. Come professionista (davvero un principe del Foro) ma come uomo prima di tutto, non saprei definirlo che con un’espressione altrimenti abusata: un punto di riferimento culturale. Però in questo libro, Genio e sregolatezza, non è della sua intelligenza, umanità e cultura che voglio parlare, ma della sua allegria. L’ho voluta finalmente comunicare, anche fuori dalla cerchia degli amici, per tornare ancora a sorridere con lui. Le vignette restituiscono, sdrammatizzata, la visione che Gigi aveva dell’umanità, ma specialmente del suo rapporto con la femminilità. Come definirlo? Emozionato. Tra amore e insofferenza, delirio e passione, estraneità e partecipazione, la femminilità rappresentò croce e delizia della sua esistenza». Le vignette parlano da sole: tanto esplicitamente che non si prestano a essere pubblicate sulle pagine di un quotidiano che entra in tutte le case. Esplicito sì, ma non volgare. «La comicità, la tenerezza, sempre e comunque, rendono tutto amabile come lo era lui», continua Simonetta Villoresi, «e dunque lo rappresentano. Che nessuno si offenda. Vorrei tanto che fosse ricordato con serenità e con amore». Divertimento assicurato, ma anche commozione, per chi avrà l’opportunità di sfogliare la raccolta di disegni umoristici del grande penalista-bonvivant. I disegni sono preceduti dalle lettere di coloro che hanno avuto la fortuna di conoscerlo. Anche queste sono commoventi. Non ci si potrà sottrarre, poi, alla curiosità di leggere anche il romanzo e la silloge di cui si è detto. In Uno sconosciuto istante, Vecchi ci fa viaggiare dentro la storia (autobiografica? Forse sì) di un uomo rimasto solo con il proprio sentimento della vita, illuminato da una presenza invisibile. Pagine dolcemente ironiche si alternano ad altre di struggente angoscia, dentro cui rifulge la coscienza di un uomo, Vecchi, sottilmente tesa alla comprensione dell’altro, una capacità di compenetrarsi nei meandri del cuore del prossimo che sa farsi com-passione, partecipazione di un pathos alto, di rara capacità. In Prima le donne, l’autore ci offre invece una variegata galleria di personaggi, protagonisti di racconti che cavalcano tragedia e piacevolezza con eguale capacità espressiva, sul filo di una prosa musicale e arguta, in piena sintonia con la personalità dello scrittore.

Grazia Giordani

Annunci

17 responses to this post.

  1. Finalmente pubblicato in Arena e Bresciaoggi

    Rispondi

  2. Interessante…come sempre grazie per i consigli…ciao
    ^^

    Rispondi

  3. L’avvocato di Pasolini, grande scrittore, un penalista anche umorista. Interessante, molto, e soprattutto mi ha colpito la sua riservatezza e la scelta di non apparire in vita come scrittore. La compagna ne ha tracciato un ottimo ritratto, tu ne parli con raffinata competenza, per cui sono incuriosita e cercherò di procurarmi almeno una delle sue opere o tutte e due.
    Grazie, cara, ti auguro una serena giornata.
    con affetto
    annamaria

    Rispondi

    • Sono certa, Annamaria, che la tua finezza d’animo godrà della bella prosa classica di Luigi Vecchi (Yukaprint editore) e che il tuo sense of humour gioirà del suo spirito birichino e dissacrante.
      Stasera dovrei essere a Bologna anch’io – mia città natale – ad onorarne la memoria in occasione della mostra postuma a lui dedicata (ne ho parlato in Arena e Bresciaoggi), ma l’asportazione dell’ultimo tratto di implantologia endossea mi costringe a casa per qualche giorno. Ricordi Marlon Brando nel “Padrino”, truccato con le guance ripiene d’ovatta per esigenze di copione? Ecco, ora sono così al naturale – spero per poco – con guanciona ed ecchimosi . . .
      A un certo punto, finirà pure questo mio calvario odontoiatrico !
      Tenero abbraccio.
      grazia

      Rispondi

      • Certamente che finirà e recupererai anche il buon umore. La tua classe comunque non ne è scalfita, carissima Grazia.
        Ricambio il tenero abbraccio.
        annamaria

  4. Pubblicazione postuma… uhm… non so se sia davvero una cosa allettante. Certo è che, la scrittura, è comunque forma d’arte. E come tale, spesso, viene riconosciuta (quando accade) solo dopo la dipartita dell’autore stesso. Triste. Molto. Ma comprensibile; se consideri che, in Italia, ogni anno escono almeno 40.000 titoli. Evidenziarsi, da sconosciuti, è impresa molto più unica, che rara. E privilegio di pochi.
    Un sorriso per la tua giornata.
    ^__^

    Rispondi

    • Gigi Vecchi, caro Key, è stato celeberrimo in vita – nella Bologna anni Cinquanta Sessanta e oltre – , non solo per le sue virtù forensi di grande penalista (“toga d’oro”), ma anche per la sua enciclopedica cultura, non disgiunta da profonda umanità.
      Per sua esplicita scelta tutti i suoi scritti saranno pubblicati post mortem a cura di Simonetta Villoresi, la sua amatissima compagna.
      Orgogliosa scelta?
      Il massimo dell’umiltà?
      Ai geni è concesso tutto, amico mio, persino la bizzarria.
      Nel tardo pomeriggio in un bel caffè bolognese del centro, oggi, verranno esposte alcune sue vignette, tratte dall’opera postuma “Genio e sregolatezza” di cui ho parlato nella mia recensione pubblicata ieri in ARENA e BRESCIAOGGI.
      E qui, nel blog, in parte riportata.
      Grazie della visita.
      Un abbraccio.
      grazia

      Rispondi

      • Si, ma il mio era un discorso generico. Magari non troppo pertinente al Vecchi. Che, in ogni caso, se dovesse essere, sarà comunque ricordato postumo (almeno editorialmente parlando) anche se per sua stessa scelta.
        🙂

  5. Sarà perché io faccio tante cosa, mi piacciono le persone poliedriche. Ricordo che una volta, in televisione, fecero scorrere rapidamente i disegni di Fellini, che mi fulminarono alla lettera. Che talento, quanta pienezza. Lo stesso è dell’autore che tu così bene presenti: il suo andare verso l’umanità intorno a lui ne manifesta il valore. L’artista non si chiude mai nel proprio ego, sarebbe come conservare l’acqua in un canestro, non ci potrebbe stare, ecco che allora l’aspetto poliedrico degli autori viene coltivato proprio dal loro contatto profondo con le persone. E cos’altro è uno scrittore oppure un disegnatore se non uno che comunica?

    Rispondi

    • Cara Mimma, se Gigi fosse ancora tra noi, diventeresti subito sua amica e si creerebbe un immediato travaso d’idee inter vos, perché questo accade d’incanto agli spiriti eletti.
      Bacio.
      grazia

      Rispondi

  6. Cara Grazia, per me è tutto nuovo, Gigi Vecchi, le sue vignette, i suoi romanzi, apprendere che fosse l’avvocato di Pasolini e perfino la casa editrice! Sono sempre lieta di conoscere autori dotati di un grande senso dell’umorismo, perché l’ironia è sicuramente espressione di grande intelligenza e in certi casi addirittura un “metodo” per affrontare la vita e i suoi dolori inevitabili, nel miglior modo possibile…
    bacio

    Rispondi

    • Sono contenta, Maria, di offrire una novità ad un’amica tanto colta e sensibile.
      Aver frequentato a lungo questo ipercolto e umanissimo avvocato scrittore e vignettista per me è stato un privilegio. E l’amicizia continua con la sua amata compagna Simonetta che ieri ha organizzato a Bologna una mostra delle più spiritose vignette. In seguito, verranno presentati anche i suoi romanzi postumi, pubblicati in mortem, per sua insistita scelta.
      bacio
      grazia

      Rispondi

  7. Non comprendo perché ho perso questa bellissima rievocazione di un autore, Luigi Vecchi, che dimostri di amare in occasione della mostra post mortem. Questo personaggio fa parte di quella schiera di persone che in vita erano mimetizzati tra la folla per erompere quando non ci sono più.
    Buona domenica
    Un abbraccio
    GP

    Rispondi

  8. Buon tutto a te, caro Gian Paolo.
    Felicenotte
    grazia

    Rispondi

  9. Grazie per la visita. Un caro saluto e buona Domenica!

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: