Cesare Catà all’ “Antica Rampa” di Badia

Se ci sono autori capaci di affascinarci di qualunque argomento parlino (dall’immortalità dell’anima alle avventure di Minnie e Topolino), tra costoro brilla il giovane studioso Cesare Catà che l’altra sera all’”Antica Rampa” caffè letterario di Badia Polesine, ci ha incantati parlandoci del suo nuovo saggio Filosofia del fantastico (Il Cerchio, pp.356, euro 25).Il trentenne autore – che già avevamo apprezzato nella serata delle follie shakesperiane –  ci ha offerto ancora una volta prova del suo saperci far agevolmente navigare dentro il mare della filosofia che – attraverso le sue parole – si fa sempre più acqua ammaliante e piena di sortilegi. Nonostante la giovane età, Catà vanta pubblicazioni di pregio, tra cui citiamo due fra le tante: Pespicere Deum. Nicholas of Kues and the European art of Fifteenth Century (2009) e Narcisismo e Apocalissi in William Shakespeare. Studio su Riccardo II, in procinto di uscita.Acutamente, osserva fra l’altro in prefazione all’opera, l’editore Adolfo Morganti, quanto sia appropriato il titolo, seppur “periglioso” incline a definire ‹‹oggetto e metodo di questo suo appassionato atto d’amore verso la sapienza della cultura popolare della terra che l’ha visto nascere, crescere ed interrogarsi.(…) Filosofia come – filologicamente – amore per la sapienza. L’importante, leggendo questa definizione, è buttar via i filosofi- professori di filosofia, su cui anche Schopenhauer appuntava il meglio della sua ironia (eppure non viveva all’alba del XXI secolo . . .)››Leggendo le belle pagine di questo studioso, traduttore e autore di testi teatrali, ci regaliamo un insolito viaggio dentro il significato profondo della fantasia come evasione e non fuga dalla realtà, in sintesi dell’entrata nell’essenza dell’universo fantastico, popolato da creature fatate figlie dell’immaginario umano. Godiamo, quindi, dell’illusione di una magica scalata montana, partendo dalle strabilianti leggende dei marchigiani Monti Sibillini – luogo magico, per eccellenza –  spingendoci fino all’incanto dell’Isola d’Irlanda per giungere nella tolkiana Terra di mezzo, quella del Signore degli anelli.E  le analogie tra le tre terre sono stupefacenti e motivate dalla colta e appassionata ricerca dell’autore.Suggestivo excursus quello che ci offre Catà, capace di legare con un tanto sottile quanto solido fil rouge le storie di Fate tramandate nei Monti Sibillini alle leggende irlandesi, studiate da W.B. Yeats e ai personaggi di Tolkien, solleticando sempre più la nostra curiosità nei confronti di quel mondo “invisibile agli occhi”, vera essenza della psiche umana. Superfluo sottolineare che cultura e chiarezza in questa scrittura si legano in stretto matrimonio, inducendoci a riflettere, sognando e rammaricandoci – soprattutto incuriositi dagli aneddoti e dalle citazioni dell’autore –  che la Grotta della Sibilla sia rovinosamente franata, suscitando in noi il rimpianto di doverla visitare solo attraverso il prezioso varco della fantasia. (Grazia Giordani)

Annunci

10 responses to this post.

  1. Deliziosa serata

    Rispondi

  2. Solita deliziosa e magnifica presentazione di un giovane scrittore e della sua ultima opera.
    Sembra che tu abbia il tocco magico per trovare le parole più appropriate nel raccontare quello che provi.
    Una serata fresca e serena.
    Un grande abbraccio
    Gian Paolo

    PS
    Sapendoti impegnata, ho pensato di non coinvolgerti nel mese di Giugno per il Caffè Letterario. Per Luglio la data del 8 può andare?

    Rispondi

    • A giorni partirò per la mia consueta vacanza marinara. Là sono collegata con una chiavetta, spero quindi di poterti inviare il mio contributo per l’8 luglio.
      Un affettuoso abbraccio.
      grazia

      Rispondi

      • Ti ringrazio per il contributo. Se vuoi puoi metterlo in programmato selezionando mese giorno e ora. Si trova sulla destra della pagina dove si immettono i post.
        Ricambio l’affettuoso abbraccio
        Gian Paolo

  3. Le tue recensioni sono piene di anima, specialmente questa, che esordisce con una magnifica verità: ci sono autori che riescono ad essere appassionanti in qualunque argomento, piccolo o grande, perché ognuno di quegli argomenti è importante per loro, anche a me piacciono Minnie, Topolino, l’universo e l’immortalità della poesia e dell’anima. Questo giovane scrittore è andato a naufragare negli archetipi umani, che tutti abbiamo in comune, aggiungi la chiarezza, che è un’altra forma di intelligenza, una delle innumerevoli, e allora chi legge o ascolta capisce agevolmente e diventa autonomo, sente di suo e ragiona di suo. Che bello dare qualcosa di sè agli altri, è un atto d’amore, ma che bello quando qualcuno ricambia con una parola o un gesto, avviene così raramente.

    Rispondi

  4. E’ bello apprendere di giovani meritevoli e pieni di talento, a trent’anni ha già al suo attivo anche altre pubblicazioni, veramente è una gioia, un conforto per il cuore specialmente in questo momento in cui i giovani fanno tanta fatica ad affermarsi.
    Un incontro letterario, quindi, appagante e stimolante per l’argomento trattato e per la bravura del giovane autore. La tua recensione è altrettanto stimolante per la tua bravura, avere te tra gli ospiti è gratificante.
    So che fra un po’ partirai per le consuete vacanze, dove ritroverai le tue amiche e anche il tuo cuore: quando si frequenta un posto a lungo è così, ti auguro di passare giornate serene e ristoratrici mentalmente e fisicamente.

    Ti lascio un grande abbraccio, amica speciale.
    annamaria

    Rispondi

  5. Conosco bene le favole-leggende delle fate dei monti Sibillini, prospicienti il paese dei miei genitori. Le fate-streghe scendevano la sera alle feste di paese, dai monti, facendo innamorare i giovani, poi alle porte della notte fuggivano per le erte, inseguite dagli innamorati che mao a mano vedevano le orme umane tramutarsi in orme caprine.
    Anche per questo, ma non solo per questo, il libro che proponi mi affascina.

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: