Archive for febbraio 2010


Simenon e il mondo dell’Ovest
(immagine dal web)
Veramente insolita la "primizia"che ci offre Adelphi con Il ranch della giumenta perduta.
 di Georges Simenon. Primizia per noi, perché – sebbene scritto nel 1947 – giunge in Italia  solo ora, in questi giorni. Ho letto romanzi anche più affascinanti, usciti dalla penna del  grande noirista, ma considero queste inaspettate pagine una solleticante curiosità. 
 
Annunci

Forse

Forse se si è in fase di malinconia, in un momento in cui l’umore non marcia a mille, si dovrebbero leggere solo libri rincuoranti, letture, insomma, che ci facciano vedere la vita attraverso occhiali rosa, ma io non ho resistito alla grazia letteraria di Ourika che ora mi guarda adagiato sul mio comodino. Poche pagine che lasciano un segno profondo nell’animo del lettore.

Splendidi fiori



(Photo Alfredo Matacotta Cordella)


Ricevo dal gentile Alfredo Matacotta Cordella – vero principe del clic – questa splendida foto di fiori,  ritratta da un bouquet ricevuto in omaggio da una squisita amica.
Ne faccio parte con voi, quale anticipo di una primavera che qui al nord ancora tarda a farsi viva. g*


(immagine dal web)
Gironzolando
In questi giorni, non solo mi dedico alle conversazioni letterarie sulla Némirovsky, ma vado anche gironzolando fra le pagine  di interessanti romanzi, ritrovando autori noti o scoprendone di nuovi. Mi ha molto colpito, per la purezza di stile e la scabra poesia Un uomo solo (Adelphi) di Cristopher Isherwood. Sono sempre più convinta del fatto che la bella letteratura, in questo momento, venga soprattutto dal nord. Prova ne sia la scrittura ritmica e pervasa da energia del norvegese  Per Petterson di cui Guanda ha appena pubblicato Fuori a rubar cavalli. Mi sto letteralmente innamorando di Ourika, riproposto da Adelphi, uscito dall’aristocratica penna di Madame  de Duras, impreziosito dalla splendida postfazione di Benedetta Craveri. Dovrei decidermi a recensire, ma non ne ho voglia, temporeggio, assaporo la lettura per me stessa. E non  so nemmeno bene il perché. g*

 

A Grazia Giordani

Bortoloni Piazzetta Tiepolo: il ‘700 veneto
Rovigo, Pinacoteca di Palazzo Roverella,
30 gennaio 2010 – 13 giugno 2010

Palazzo Roverella apre le porte agli innamorati


Il 14 febbraio
giorno di San Valentino
le coppie potranno visitare la Mostra
"Bortoloni Piazzetta Tiepolo: il ‘700 veneto"
a Palazzo Roverella
e il "700 da tavola in Casa Palladio"
a Villa Badoer di Fratta Polesine
acquistando solo un biglietto di ingresso

 

 
(Photo Alfredo Matacotta Cordella)

Albero maremmano
Ci sono immagini della natura che parlano al nostro cuore più di un lungo discorso. Da tempo ammiro le suggestive foto dell’ambasciatore Alfredo Matacotta Cordella, nipote d’arte in quanto a sensibilità iconica, capace con un clic di regalalarci sensazioni e ricordi. Mi è venuta voglia di sfogliare il suo sito professionale per vedere altre sue belle fotografie di vario argomento. Intanto, mi soffermo a guardare il cielo di un azzurro pacato su cui le fronde autunnali scrivono una delicata storia, aperta a mille interpretazioni.